I miei prossimi impegni scientifici

impegni-scientifici

La settimana prossima sarò a Bari per una relazione al Congresso Nazionale della Società di Ortopedia e Traumatologia

Parlerò della valutazione del rischio di frattura in una vertebra affetta da tumore. Si tratta di un argomento molto interessante e delicato perchè, dalla comprensione della stabilità della vertebra, si deve decidere il trattamento. 

Il 16 e 17 novembre sarò a a Milano, dove si terrà l’8° meeting Budapest-Milano-Basilea. Quest’anno organizzato da me. Attendiamo circa 120 partecipanti. La lingua ufficiale è l’inglese, ci saranno i più quotati esperti di chirurgia dei tumori ossei verterbali e di chirurgia di casi complessi nell’anziano

 

 

Il 1° dicembre sono a Seul, invitato a tenere due conferenze alla Samsung University, sede del reparto di chirurgia vertebrale più importante della Corea del Sud.

Il 7 dicembre sono a Phoenix in Arizona, invitato a tenere una conferenza sulla chirurgia dei tumori cervicali alla riunione annuale della Società Internazionale della Chirurgia della colonna cervicale.

Global Spine Congress – Singapore

Singapore 7° congresso annuale di AOSpine

aospine-singapore-congresso

GLOBAL SPINE CONGRESS

Si è tenuto a Singapore il 7° congresso annuale di AOSpine. Si tratta del Global Spine Congress, un meeting che ogni anno attrae oltre mille partecipanti da tutto il mondo a discutere sulle patologie della colonna vertebrale e sulle nuove soluzioni chirurgiche.

Come membro del Comitato Direttivo del Knowledge Forum sui Tumori, ho moderato il corso di Istruzione sulle patologie tumorali. In un intero pomeriggio sono stati presentati casi di particolare difficoltà e sono stati discussi da un gruppo di esperti del Knowledge Forum.

Sono riunioni molto interessanti: non vi è un netto confine fra chi insegna e chi impara, poichè lo scambio reciproco di esperienze e informazioni arricchisce tutti.
Il giorno successivo c’è poi stata la riunione ristretta del Consiglio Direttivo e la Riunione allargata ai soci. In queste riunioni si fa il punto sulle ricerche in corso, si delineano le nuove, e anche ci si compiace dei risultati ottenuti in termini di pubblicazioni su riviste scientifiche e di partecipazione a congressi. Come ho già avuto modo di scrivere, lo scopo del Knowledge Forum è di raccogliere le esperienze dei chirurghi e radioterapisti più esperti nel campo dei tumori vertebrali e di diffonderle nel mondo scientifico al fine di migliorare lo standard di trattamento di queste malattie rare e di difficile cura.

global-spine-congress

Stefano Boriani – Intervista a Buongiorno Benessere RaiUno

Mal di schiena: le cause principali

Stefano-Boriani-intervista

Sabato 7 aprile è andata in onda la puntata di Buongiorno Benessere, su Rai1 alle 10.45 con Vira Carbone, dove uno degli argomenti trattati è stato un problema che affligge molte persone: il mal di schiena. A tal proposito è intervenuto Stefano Boriani come esperto di chirurgia vertebrale e intervistato dalla conduttrice del programma.

Tutta l’intervista la potete vedere a questo link al minuto 21,10

 

La conduttrice si è soffermata su alcune domande precise:

Quali sono le principali cause del mal di schiena?

Le cause possono riassumersi schematicamente in 3 situazioni:

  • una patologia, una malattia che può essere degenerativa artrosica, infiammatoria o tumorale
  • una situazione dove il paziente lamenta un terribile mal di schiena e la risonanza non mostra niente di rilevante
  • una terza situazione, più frequente, che è data dall’invecchiamento del nostro corpo. L’artrosi è l’invecchiamento dei tessuti e può giungere già a partire dei 30anni di età, soprattutto se manca un’attività fisica importante, se si conduce una vita troppo sedentaria o si adottano posture sbagliate.

Quali sono i sintomi che ci devono allarmare e spingerci ad andare dallo specialista?

  • Il sintomo più grave è il danno del disco degli elementi di movimento tale da creare una deformità permanente.
  • Ancora più grave è la ripercussione sul sistema nervoso da parte di un danno registrato dalla colonna vertebrale (restringimento del canale dove passano i nervi che si manifesta ad esempio con il paziente che cammina male, muove  male una mano.

Il mal di schiena. Ricoveri per interventi di artrodesi vertebrale

L'Italia è travolta da un incurabile mal di schiena: quasi 30.000 interventi di artrodesi nel 2016.

Riportiamo l’articolo del corriere.it relativo al servizio

Il business del mal di schiena di Milena Gabanelli e Simona Ravizza.

 

Le soluzioni meno invasive, ma meno remunerative

Spiega Federico De Iure, alla guida della Chirurgia vertebrale dell’ospedale Maggiore di Bologna: «L’impennata di interventi di artrodesi nelle strutture private convenzionate è un dato di fatto. La maggior parte dei pazienti che io visito non necessitano dell’intervento. Così spiego loro che il dolore non è destinato a passare del tutto con l’operazione, ma semplicemente a diminuire un po’ in quel tratto lombare e che potrebbe ripresentarsi in altre parti del rachide. Ma non tutti cercano di dissuadere i pazienti dall’operarsi: non bisogna dimenticare che il rimborso che la struttura riceve per l’artrodesi è appetibile e il chirurgo che lavora negli ospedali privati accreditati solitamente prende anche una percentuale che va dall’8 al 14% sull’intervento». Dello stesso parere Stefano Boriani, considerato un luminare della colonna: «Su 10 pazienti che visito perché soffrono di mal di schiena, 9 non sono da operare». Quindi alla fine che succede se viene inchiodata la schiena di un 40enne che non ne ha davvero bisogno? «Non si torna più indietro, e se ha ancora dolore a quel punto non puoi fare altro che rioperare». fonte: corriere.it

Prof Boriani’s China Tour

Il mio ultimo viaggio in Cina è stato caratterizzato da una serie di congressi e conferenze presso università e ospedali, incentrati sul trattamento dei tumori ossei della colonna vertebrale e sulla discussione di casi complessi.

Un rapporto molto stretto si è sviluppato con la divisione di chirurgia dei tumori muscoloscheletrici del “Third affiliated Hospital of the Southern Medical University di Guangzhou”. L’attuale direttore del reparto di chirurgia dei tumori vertebrali, il Dr. Haomiao Li, è stato infatti per oltre un anno ospite del mio reparto e, durante tale periodo, ha collaborato ad alcune importanti ricerche pubblicate su riviste internazionali. Ora sta lavorando intensamente, mettendo a frutto le metodologie diagnostiche e le tecniche chirurgiche imparate durante quel periodo. Le mie visite stanno consentendo di valutare i risultati e affinare ancora di più la tecnica chirurgica, considerando che queste patologie richiedono a volte trattamenti chirurgici molto aggressivi ma spesso in grado di consentire la guarigione con buon risultato funzionale..

Durante questo viaggio sono stato nominato “Visiting Professor” alla Southern Medical University di Guangzhou per i prossimi 3 anni e questo mi consentirà di insegnare le mie tecniche a molti giovani chirurghi.

Son stato inoltre invitato a visitare due ospedali in città vicine a Guangzhou: Fosham e Jangmen. La conferenza di Jangmen è stata trasmessa via streaming e il link è stato visitato da 50.000 persone, queste sono le soddisfazioni che mi danno l’energia per continuare.

Tra  le tante manifestazioni di affetto c’è il video che mi hanno dedicato i giovani  allievi.

Conferenze e analisi di casi complessi in diversi ospedali della Cina

La chirurgia dei tumori vertebrali primitivi si sta sviluppando rapidamente in Cina. Anche neoplasie così rare, che si manifestano in circa 5-8 persone su milione di abitanti per anno, raggiungono numeri importanti in una popolazione di quasi 2 miliardi di persone.

Così chirurghi, giunti inesperti a visitare il nostro reparto alcuni anni fa, hanno potuto eseguire al loro ritorno in patria, mettendo in atto le tecniche apprese da noi, un numero di casi del tutto ragguardevole.

Il rapporto di collaborazione si è mantenuto e gli inviti in Cina a discutere risultati e rivedere le tecniche sono molto frequenti. Nei primi giorni di dicembre sono stato invitato a visitare il reparto di chirurgia vertebrale del Zhongshan Hospital di Shanghai diretto dal Dr. Dong Jian e a tenere alcune conferenze anche al Spine Tumor and Deformity Summit Forum organizzato sempre a Shangai dal  Changzheng Hospital (diretto da Dr.Xiao Jianru).

Pochi giorni dopo sono stato invitato invece a Changsha, città in forte sviluppo a due ore di aereo a ovest di Shanghai per partecipare con due relazioni al Xiangya International Spine Forum, manifestazione organizzata dal Dr. Zhang Hongqi

La partecipazione a queste letture è sempre stata molto attenta e la discussione vivace, a conferma dell’interesse a questi temi in forte sviluppo.

Congresso Finlandense di Ortopedia

conferenza-finlandia-boriani
conferenza-finlandia-stefanoboriani

Sono stato invitato a tenere una conferenza al Congresso Finlandense di Ortopedia, invitato dal Dr. Jarkko Halme che frequentò il Rizzoli alcuni anni fa come Fellow nell’ambito del programma di insegnamento di AOSpine.
Ora Jarkko lavora come chirurgo vertebrale all’ospedale universitario di Kuopio, a est di Helsinki
Sono stato invitato a parlare della mia esperienza nel trattamento dei tumori primitivi maligni della colonna vertebrale. Sono malattie che nella popolazione finlandese di soli 6 milioni di abitanti sono di rarissima osservazione, ma proprio per questo è indispensabile averne una conoscenza per evitare di confonderli con le più frequenti metastasi. Un errore che può costare molto caro al paziente..

CongressoFinlandense-Ortopedia
Congresso-Finlandense-Ortopedia
Congresso-FinlandenseOrtopedia

In quest’ultima foto la cena al Savoy, il più famoso ristorante di Helsinki, in un ambiente disegnato da Alvar Aalto, famosissimo architetto finlandese. Anche il congresso si svolgeva nella Finlandia Hall, all’interno di un altra famosa opera di Aalto.

Mesi intensi di collaborazioni scientifiche

Ottobre e Novembre, due mesi intensi di collaborazioni scientifiche

Journal of Spine Surgery

Con immenso piacere sono stato invitato ad entrare nell’Editorial Board del Journal of Spine Surgery (JSS), la rivista scientifica australiana più importante di chirurgia vertebrale.
Sono così a 4 le riviste delle quali sono redattore (le altre: Spine, European Spine Journal, Lancet Oncology), mentre occasionalmente altre riviste minori mi chiedono una revisione degli articoli a loro inviati. Si tratta di incarichi importanti, puramente onorifici e non retribuiti, che consentono però di rimanere aggiornati sulla ricerca scientifica.

Memorial Sloan Kettering Cancer Center – New York

10-12 ottobre: Simposio internazionale sulle patologie oncologiche al Memorial Sloan Kettering Cancer Center di New York, dove ho avuto il piacere di ritrovare il Dr. Nicola Fabbri. Questo ospedale, insieme al suo centro di ricerca, è una tra le maggiori istituzioni mondiali per la cura dei tumori.

Buda Spine Center

Collaborazione scientifica e rapporti personali:
incontrarsi per discutere di casi clinici e collaborare per migliorare sempre più le tecniche chirurgiche può sviluppare una stima reciproca che può diventare una vera amicizia. E’ quello che è successo nel corso degli anni fra me e il Prof. Peter Pal Varga, direttore del Buda Spine Center, il più importante centro di chirurgia vertebrale del centro e dell’est europeo, un centro divenuto un punto di riferimento mondiale nella cura dei tumori del sacro.
La collaborazione scientifica, partita da ricerca clinica sui risultati delle nostre tecniche chirurgiche, si è sviluppata con lo scambio di giovani chirurghi e poi con l’organizzazione di eventi scientifici congiunti.
Il primo Bologna- Budapest Spine Meeting ebbe luogo sei anni fa a Bologna. Fra dieci giorni a Budapest si svolgerà il sesto congresso, Bologna è stata sostituita da Milano, la collaborazione con il Rizzoli sostituita con la collaborazione con l’istituto Galeazzi nel quale oggi lavoro. L’organizzazione si è allargata con la partecipazione anche dell’università di Basilea: è il BMBS (Budapest/Milano/Basilea Spine) meeting.

BMBS

Il BMBS (Budapest/Milano/Basilea Spine) meeting si apre il 10 novembre con una breve prolusione dei presidenti del congresso: il Prof. Peter Pal Varga, organizzatore locale, la Dr.ssa C.Netzer in rappresentanza dell’università di Basilea e io. Argomenti del congresso il trattamento dei Tumori della colonna vertebrale, con particolare riferimento alla qualità di vita che fa seguito agli interventi necessari per la cura della malattia, e gli aspetti della Chirurgia Vertebrale specifici nelle patologie dell’anziano. Si tratta di argomenti di grande interesse. Il trattamento chirurgico dei tumori vertebrali è spesso associato a limitazioni funzionali giustificate solo dalla possibilità di guarire da una malattia altrimenti mortale. La chirurgia della colonna nelle persone anziane deve tenere conto non solo dei problemi locali (fragilità ossea, deformità artrosiche e osteoporotiche) ma anche di problemi sistemici (insufficienza cardio-vascolare, suscettibilità alle infezioni, processi metabolici più lenti).